House Render

5 suggerimenti per creare rendering realistici con Enscape

Siamo felici di dare nuovamente il benvenuto sul blog all’utente di Enscape Melos Azemi che ha altri fantastici suggerimenti da condividere su come migliorare le tue visualizzazioni.

Nel suo ultimo post, Melos ci ha fatto scoprire quali sono i 4 errori da evitare quando si inizia a usare Enscape. Ora ci darà alcuni suggerimenti su come creare dei rendering realistici. 

Grazie al motore avanzato di rendering in tempo reale di Enscape, bastano pochi secondi per creare rendering di grande effetto, ma se vuoi portare i tuoi rendering a un nuovo livello di realismo, dai un’occhiata agli utili suggerimenti di Melos.

Suggerimento 1: usa materiali PBR

Configurare correttamente i materiali nell'intera scena è fondamentale per ottenere dei risultati realistici. Se la nuova libreria dei materiali di Enscape (disponibile con Enscape 3.1 e le versioni successive) non soddisfa tutte le tue esigenze in fatto di materiali, puoi usare anche altri materiali PBR provenienti da risorse esterne.

PBR sta per "Physically Based Rendering", ossia rendering basato sulla fisica, questo significa che i materiali PBR simulano le caratteristiche del mondo reale e pertanto sono molto realistici. Puoi scaricare i materiali PBR da molte fonti online (alcune sono riportate in questo post sulle risorse gratuite), ma è importante sapere come usarli.

Dopo aver scelto il materiale che più ti piace, vedrai comparire alcune mappe da scaricare, ognuna con uno scopo definito. Per Enscape, la maggior parte delle volte non dovrai usarle tutte. Di solito scarico la mappa dell’albedo, di ruvidità, di spostamento e a sbalzo. Dopo averle scaricate, possono essere facilmente applicate ai tuoi rendering in Enscape.

Per farlo, crea un nuovo materiale nel tuo software di modellazione nativo e poi carica la mappa diffusa per prima. Successivamente, applichiamo la texture dell’albedo piatta. Infine, apriamo la scheda dell’editor dei materiali di Enscape e importiamo ogni mappa nella sezione dedicata.

Il materiale sembra molto più realistico rispetto a un materiale piatto e ti permette anche di risparmiare tempo dato che non dovrai più configurare tutti i parametri dei materiali.

Suggerimento 2: usa i profili IES

Nonostante la distribuzione della luce in Enscape sia fantastica, i profili IES possono davvero fare la differenza quando si tratta del realismo dei tuoi rendering.

Se non hai mai sentito parlare di profilo IES, fondamentalmente si tratta di un file che offre una distribuzione dell’illuminazione più fotorealistica nelle immagini renderizzate rispetto a quella che troviamo nella maggior parte dei motori di rendering.

I profili IES riproducono la distribuzione della luce nel mondo reale e alcuni sono creati sulla base delle specifiche dei produttori di certe lampadine o altre soluzioni di illuminazione. Online puoi trovare moltissimi profili IES gratuiti che possono essere facilmente caricati in Enscape. Si possono anche filtrare in base al tipo di luce su cui desideri collocarli. 

Per inserire un profilo IES nella scena, apri la scheda Objects (Oggetti), spunta la casella Load IES profile (Carica profilo IES) e carica il profilo IES desiderato. Subito dopo aver caricato il file IES vedrai che la distribuzione predefinita dell’illuminazione di Enscape è stata sostituita da un profilo IES che, se usato correttamente, ti farà ottenere risultati migliori nella scena. 

Suggerimento 3: usa l’autoilluminazione 

La maggior parte delle tue scene probabilmente presenta sorgenti luminose artificiali. Ciò che alcuni utenti di Enscape alle prime armi potrebbero non sapere è che collocare una fonte luminosa accanto a un oggetto luminoso di fatto non permette di illuminare l’oggetto stesso. Esiste un modo semplice per risolvere questo problema.

Se vuoi migliorare l’illuminazione esterna, seleziona il materiale con lo strumento contagocce (in SketchUp) e attiva l’opzione di autoilluminazione nell’editor dei materiali di Enscape: così sembrerà davvero che l’oggetto emetta luce dall’interno.

Self Illumination copy

Facendo scorrere il cursore puoi cambiare l’intensità della luce in base alla scena ed è anche possibile modificarne il colore.

Lo stesso vale per altri tipi di luce, come lampade comuni o a sospensione, illuminazione a incasso, ecc.

Suggerimento 4: inserisci immagini HDRI

Per aggiungere un tocco di realismo ai tuoi rendering puoi anche servirti di immagini HDRI usando l’opzione Skybox as a background (Skybox come sfondo) in Enscape. Le immagini HDRI hanno due vantaggi: ci forniscono sia uno sfondo per l’orizzonte sia una sorgente luminosa realistica che si ispira al mondo reale. 

Esistono alcune immagini HDRI pronte per essere utilizzate in Enscape. Se però hai già scaricato un’altra immagine HDRI e vuoi applicarla, puoi aprire la finestra Enscape Visual Settings (Impostazioni visive di Enscape), cliccare sulla scheda Sky (Cielo), modificare l’opzione su Skybox e caricare l’immagine HDRI dalla posizione in cui l’hai salvata.

Con la maggior parte delle immagini HDRI, il cielo e l’illuminazione sembreranno molto diverse rispetto al cielo predefinito di Enscape. Puoi provare a utilizzare le innumerevoli immagini HDRI disponibili e scoprine le differenze prima di scegliere quella che più ti piace. 

Molti prestano poca attenzione a questo aspetto perché usano le immagini HDRI solo come riempimento per lo sfondo. In realtà, i materiali riflettono molto del contenuto di un’immagine HDRI, contribuendo con un’illuminazione più realistica nell’intero rendering. 

Suggerimento 5: aggiungi delle imperfezioni alle superfici

Come artisti della visualizzazione in 3D, dobbiamo prestare attenzione alle imperfezioni che incontriamo nella quotidianità, così da riprodurle correttamente nei nostri rendering. Nel mondo reale, non esistono angoli perfettamente a 90 gradi o superfici lisce e regolari. Credo che i nostri rendering dovrebbero riprodurre proprio questo aspetto (naturalmente, in base al caso e alla situazione di utilizzo).

Per aggiungere queste imperfezioni, prima dobbiamo trovare una fonte che offra mappe di imperfezioni. Puoi usare alcune delle fonti gratuite presenti online per trovare delle imperfezioni davvero ottime per le superfici.

Di solito consiglio di inserire imperfezioni come polvere, graffi e impronte. Dopo aver scaricato alcune texture per ogni tipo di imperfezione, segui il passaggio successivo per scoprire come aggiungerle ai tuoi rendering.  

Io utilizzo due modi per aggiungere queste imperfezioni, scegliendo l’uno o l’altro in base allo scenario.

Il primo e più rapido è aggiungere l’imperfezione della superficie a un materiale usando l’editor dei materiali e aggiungendo la mappa delle imperfezioni nella sezione Roughness (Ruvidità). Questo metodo funziona bene in certi casi, ma non è adatto per aggiungere delle imperfezioni solo su un’area specifica della superficie.

In questo caso, partendo da una superficie esistente, inizio a crearne una nuova usando lo strumento di disegno a mano libera, per riprodurre al meglio una certa irregolarità. Alla superficie appena creata aggiungo poi una copia del materiale già esistente. 

Dopo averne creata una copia, apro l’editor dei materiali e aggiungo la mappa delle imperfezioni nella sezione Roughness (Ruvidità). Assicurati di regolare correttamente con il cursore il parametro Specular (Speculare), di modo che i riflessi tra le superfici non presentino troppe differenze. Dopodiché non resta nient’altro da fare.

In pochi minuti potrai arricchire di dettagli i tuoi rendering per un tocco di realismo in più. Non perderti questo tutorial video per scoprire come aggiungere imperfezioni alle superfici in Enscape e SketchUp:

Tutorial: suggerimenti per rendering realistici con Enscape

Grazie a Melos per aver condiviso con la community di Enscape i suoi suggerimenti su come creare rendering realistici. Di seguito puoi guardare il tutorial video di Melos in cui presenta i suoi suggerimenti. Dai un’occhiata e facci sapere nei commenti qual è il tuo preferito oppure condividine uno!

Hai qualcosa da condividere?

Hai un suggerimento riguardo al workflow che vorresti condividere con la community di Enscape? Contattaci per avere l’opportunità di comparire sul blog di Enscape! 

Edificio renderizzato con Enscape3D

It tuo progetto?
Con Enscape basta un attimo per visualizzarlo!

Prova gratis
Enscape 3.2 600x600

Iscriviti al nostro blog

Ricevi i migliori consigli e articoli direttamente via e-mail!