Modern exterior house

4 errori da evitare quando si inizia a usare Enscape

Se hai appena iniziato a usare Enscape, è probabile che la maggior parte delle tue impostazioni siano configurate sui valori predefiniti. Pertanto non è detto che i valori predefiniti siano quelli ottimali per ottenere il realismo che stai cercando.

Ecco quattro errori comuni da evitare e alcuni suggerimenti su come portare i tuoi rendering a un livello professionale.

Errore 1: intensità della luce solare e immagini HDRI

Il valore di intensità della luce solare predefinito in Enscape è molto alto. Nella maggior parte dei casi, è meglio usare una luminosità del sole pari al 7-15%, ovvero l’intervallo più naturale misurabile nella vita di tutti i giorni. Modificare l’intensità rende la scena molto più realistica.

Intensità della luce solare in Enscape
In base al HDRI che utilizziamo, a volte l’intensità della luce solare può essere superiore o inferiore a questo intervallo. Se te lo stessi chiedendo, le immagini HDRI sono semplicemente scene di vita reale che possono essere utilizzate come sfondo e sorgente di luce in un software 3D per creare un effetto di illuminazione molto naturale.

Per aggiungere un’immagine HDRI, puoi aprire la finestra Impostazioni visive di Enscape, cliccare sulla scheda del cielo, usare l’opzione skybox e caricare l’immagine HDRI che preferisci. Per rendere l’immagine ancora più realistica, ti suggerisco di selezionare la casella Punto più luminoso equivalente alla direzione del sole, così che il punto più luminoso dell’immagine determini la direzione del sole. La scena corrisponderà all’immagine HDRI. La barra di rotazione permette di modificare la direzione del sole e la posizione dello sfondo, un aspetto molto utile anche per nascondere la linea dell’orizzonte.

Errore 2: prospettiva a unico punto di fuga

Potresti aver notato che per impostazione predefinita Enscape considera la prospettiva a unico punto di fuga come tipo di vista principale. Questo tipo di prospettiva si usa principalmente nella creazione di rendering con vista aerea, che non è la più comune nella pratica quotidiana: anche se corrisponde al modo in cui vediamo gli edifici nella vita reale, non è la prospettiva con cui viene acquisita la maggior parte delle immagini architettoniche. La prospettiva a unico punto di fuga distorce gli elementi sui lati del rendering, un effetto che possiamo correggere con una prospettiva a due punti.

Se cambiamo la prospettiva nelle impostazioni visive di Enscape scegliendo quella a due punti, tutte le linee verticali diventano dritte e con un angolo di 90°. Può sembrare un dettaglio irrilevante, ma in realtà fa una grande differenza nei rendering.

Prospettiva a due punti di fuga in Enscape

Errore 3: oggetti identici

Usare oggetti identici è un errore che io stesso facevo all’inizio della mia esperienza, ma vedo che molte altre persone continuano a farlo.

Ad esempio, se vogliamo rendere più fitta la vegetazione e aggiungiamo una fila di cespugli o alberi, noteremo che ogni elemento appare orientato allo stesso modo e identico a tutti gli altri, caratteristiche che restituiscono un aspetto artificiale.

Dato che in natura nessuna pianta è identica all’altra, per rendere più realistico un paesaggio è consigliabile cambiare l’angolo e la dimensione di ciascun elemento, così da creare un effetto più vario.

Questa procedura è nota nel settore come “randomizzazione”. Lo stesso principio si può applicare a molte altre aree. Di fatto, non è nient’altro che l’aggiunta di imperfezioni al rendering.

Randomizzazione di oggetti in Enscape*Prima / Dopo

Errore 4: uso eccessivo degli asset

Questo errore riguarda più la composizione e l’equilibrio generale del rendering, ed è un altro di quelli che facevo quando ero ancora un principiante.

La libreria di asset di Enscape offre una vasta scelta di opzioni predefinite che includono vegetazione e oggetti: basta davvero poco per lasciarsi prendere la mano e iniziare a usarle tutte. La verità è che non bisogna esagerare.

È molto importante che nella scena ci sia spazio libero, così che gli edifici possano respirare e gli spettatori capire subito qual è il soggetto principale.

Rendering di interni con gli asset Enscape

Guarda il tutorial

In questo tutorial video in inglese puoi vedere l’applicazione pratica di tutti i consigli di questo articolo.

 

Grazie a Melos Azemi per aver condiviso i suoi consigli su come evitare gli errori comuni quando si inizia a lavorare con Enscape. Dai un'occhiata al suo canale YouTube per scoprire altri tutorial.

Edificio renderizzato con Enscape3D

It tuo progetto?
Con Enscape basta un attimo per visualizzarlo!

Prova gratis
Enscape 3.2 600x600

Iscriviti al nostro blog

Ricevi i migliori consigli e articoli direttamente via e-mail!